Mostra e corteo  

Movenpick

 

Tanger, au de là du regard

Nell'agosto 2008, le gigantografie su tela di Laura Terzani arrivano finalmente lì dove sono nate, a Tangeri. E vengono presentate al pubblico marocchino, e in particolare agli

abitanti della Casbah - le cui porte, archi, terrazze, vicoli e piazzette sono raffigurati nelle foto - in due mostre parallele: la piccola galleria Volubilis, frequentata dagli artisti

e dagli stranieri innamorati di Tangeri; e la grande galleria del Museo della Casbah, nell'antico tribunale della Place de Mechoir, aperta al grande pubblico.

Un gruppo di musicisti Gnawa - i suonatori dei matrimoni e delle feste - raccoglie i visitatori della galleria Volubilis e li accompagna al ritmo di pifferi e tamburi, attraversando

tutte le stradine della Casbah, e raccogliendo la gente delle case e dei negozi, fino alla piazza grande, nella galleria del Museo.

E' la prima volta che le donne e i bambini della Casbah entrano nel loro Museo, vedono le loro case, le porte delle loro povere abitazioni, gli angoli della loro vita, raffigurate

come vere opere d'arte. Con gli occhi di chi le ha vissute ed amate come loro, e le offre all'occhio distratto o diffidente dello straniero, perché capisca e impari ad andare

oltre gli stereotipi, al di là dello sguardo.

 

I pannelli della Mostra sono stati anche ospitati nel 2009 nelle sale dell'Hotel Movenpick e del celebre Hotel Minzah di Tangeri.

 

 

 

  

Hotel Minzah, maggio 2009

 

 

 

La locandina della Mostra       

            

         Le Mostre curate da

              Massimo Ghirelli

    

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                    indietro